7 novembre 2010, domenica

Comunque la notte passa tranquillamente e con un certo senso di tristezza per le considerazioni fatte la sera prima (soprattutto se trasposte nel futuro e sulle nostre montagne) ma senza poi stupirci più di tanto (sono precisamente queste le cose che ci si deve aspettare succedano qui) carichiamo la macchina e andiamo a fare una ultima colazione da veri mzungu (termine swahili che indica spesso con accezione negativa gli stranieri in particolare i bianchi occidentali) all’hotel Movenpik.

Poi si parte prendendo la Morogoro road verso Morogoro appunto dove arriviamo alle 12:30.

Pranzo al Clemency con self service di riso, carne di pollo o manzo, patate bollite, spinaci bolliti a scelta, coca e acqua. Proviamo a passare in città per vedere se nonostante sia domenica, il negozio del nostro ormai amico indiano dove prendiamo le cartoline sia aperto ma visto che, come era del resto probabile, è chiuso, prendiamo la Old Morogoro Road per un breve tratto in direzione opposta a quell da cui siamo arrivati per fermarci davanti al cancello del seminario dei padri della Consolata intitolato al loro fondatore Padre Giuseppe Allamano, dove il direttore, Padre Dido, ci sta aspettando.

Troviamo ad accoglierci padre Erasto che ci saluta fraternamente e ci sistema nelle camere che ormai conosciamo bene per gli ospiti.

Dopo avere salutato anche Padre Dido che nel frattempo e rientrato per darci il benvenuto ed avergli consegnato il PC che ci aveva dato a Londra Salvador, abbiamo tempo di riposare un paio d’ore e rinfrescarci prima di cenare assieme ai padri.

Mentre entriamo nelle nostre camere ci raggiunge Dido che ha appena telefonato a Salvador e ci dice che abbiamo fatto un poco di confusione con i computer. Allora mi ricordo che in effetti il PC che avevamo dato a lui era per Pierino, un ragazzo amico di Salvador, mentre il PC che ci chiedeva Dido è quello che abbiamo preso noi per Mario con l’accordo che avremmo dato i soldi dell’acquisto per le spese degli asili che i padri gestiscono qui a Morogoro.

Dido mi è parso dispiaciuto nell’apprendere che il suo PC lo avremmo tenuto noi, anche se Salvador ci aveva detto Dido avendo già ricevuto da Salvador altri PC per le necessità del seminario, lo avrebbe venduto per ricavarne qualcosa, quindi considerando ch alla fine Mario ha già un suo PC e che per le sue necessità avremmo potuto provvedere al rientro in Italia, abbiamo deciso di comune accordo di lasciargli soldi e PC.

Nell’apprendere questa decisione Dido mi è parso sinceramente commosso e quindi siamo stati così confortati nella nostra decisione per un pur così modesto contributo.

Alle 7:30 ci troviamo per andare a cena all’Austrian Kitchen Restaurant dentro il campus universitario della facoltà di agraria dove abbiamo mangiato l’ormai famoso chiken mambo yote, il pollo tutti gusti, un piatto servito sulla piastra fumante consistente in bocconcini di pollo al forno con verdure cotte esaltate, chipsi e riso pilipili ossia patatine fritte e riso con salsa piccante di peperoncino. Ottimo e abbondante, bagnando tutto con birra della Tanzania.

Durante la cena abbiamo avuto modo di scambiarci opinioni sulle recenti elezioni presidenziali in Tanzania e sulla situazione politica italiana per finire ovviamente a parlare del futuro del progetto idroelettrico a Madege. Così confortati sulla necessità di quello che stiamo facendo abbiamo potto raccogliere preziose informazioni d impressioni da chi molto meglio di noi conosce la realtà sociale della Tanzania ed in particolare della zona dove stiamo operando e soprattutto si tratta di un punto di vista locale poiche ormai tutti i padri dell’Allamano Seminary sono africani e in particolare Padre Erasto è nato e cresciuto in Tanzania.

Un ultimo brindisi poi rientriamo per andare a letto. Ci salutiamo dandoci appuntamento per domattina alle 7:30 per colazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...